A Natale regala l’avventura: ecco la Gift Card

Cos’è la GIFT CARD

La GIFT CARD è una tessera nominativa che può essere usata personalmente o per regalarla a parenti ed amici.

La GIFT CARD viene consegnata al Cliente al momento dell’acquisto oppure in formato E-Card (inviata via email) ed è utilizzabile con le modalità di seguito indicate.

Periodo di validità

La GIFT CARD potrà essere utilizzata entro 1 anno dalla data di acquisto indicata dell’emissione della GIFT CARD. La data di scadenza viene applicata sul file inviato all’acquirente. 

Come utilizzo la Gift Card

La GIFT CARD potrà essere utilizzata ogni qualvolta Matese Discovery pubblica sul proprio calendario delle attività un evento sportivo. In base all’attività scelta durante la fase di acquisto, l’acquirente può decidere quando partecipare all’evento prenotando entro il mercoledì precedente all’attività calendarizzata. Le attività calendarizzate potrebbero subire variazioni per vari motivi (meteo avverso, problemi di sicurezza, etc etc).

Gli eventi vengono calendarizzati settimanalmente e possono essere consultati sui nostri social network. Per prenotare le attività, scrivere su whatsapp al seguente numero: 3319459556.

Caratteristiche

  • La GIFT CARD sarà disponibile nel taglio variabile a scelta del Cliente da un minimo di 25,00 € ad un massimo di 100,00 €.
  • Per l’acquisto della GIFT CARD non potranno essere applicati sconti e/o promozioni di alcun tipo.
  • Non comporta alcun costo di emissione, né di attivazione, né commissioni per l’utilizzo.
  • Non è ricaricabile.
  • Viene attivata dal momento dell’acquisto della stessa, versando l’importo scelto attraverso i mezzi di pagamento indicati.
  • Al momento dell’acquisto sarà consegnato al Cliente un documento di emissione con l’indicazione dell’importo e delle caratteristiche della GIFT CARD.
  • Il valore di ogni acquisto effettuato verrà decurtato dall’importo residuo della GIFT CARD.
  • Qualora il valore della GIFT CARD non venisse esaurito entro la scadenza della stessa, il Cliente non avrà diritto a resto né a rimborsi di alcun tipo.
  • La GIFT CARD non è convertibile in denaro ed il saldo della stessa non potrà essere restituito al Cliente sotto alcuna forma.
  • Non può essere utilizzata per acquistare altre GIFT CARD o E-GIFT CARD.
  • Se il valore della GIFT CARD è insufficiente per effettuare l’acquisto desiderato, l’importo mancante dovrà essere versato dal Cliente utilizzando le modalità di pagamento accettate dalla nostra attività.
  • L’importo associato alla carta non matura interessi.
  • Non saranno accettate GIFT CARD manomesse, alterate o sulle quali siano riportate diciture differenti da quelle prestampate. Non saranno accolte integrazioni manuali sulle stesse.

Smarrimento o furto

La GIFT CARD è nominativa e può essere utilizzata solo dalla persona che viene indicata come possessore durante la fase di acquisto. Il possessore della carta è l’unico responsabile per l’utilizzo e la custodia della stessa. In caso di furto, smarrimento o danneggiamento la Carta il cliente è tutelato dalla nostra attività in quanto il nome e cognome dello stesso con il rispettivo credito acquistato viene inserito nella nostra banca dati con tutte le operazioni effettuate.
Non può essere attribuita al Venditore nessuna responsabilità per uso improprio o fraudolento delle GIFT CARDS da parte di terzi.

 

Condizioni di utilizzo

L’emissione e l’utilizzo di una GIFT CARD implica l’accettazione delle presenti condizioni di utilizzo.

 

Trattamento dei dati personali

Il trattamento dei dati personali avverrà conformemente a quanto previsto dalla normativa vigente. Per maggiori dettagli il Cliente può consultare la Privacy Policy sul sito www.matesediscovery.it

 

Comunicazioni

Ogni comunicazione e/o reclamo relativo all’utilizzo della GIFT CARD, potrà essere inviato via e-mail all’indirizzo info@matesediscovery.it 

Matese Discovery su Rai Uno nella trasmissione “Paesi che vai”

Questa mattina siamo andati in onda su Rai Uno, precisamente nella trasmissione Paesi che vai con Amedeo Santomassimo (anche se erroneamente durante il servizio viene chiamato con il nome “Vincenzo”). Un piccolo contributo al territorio con Pasquale Buonpane di MateseNostrum e a tutte quelle persone che supportano la causa come Gianpiero Marra Rosario Iameo Walter PascaleGianmaria RiccioAntonella Fantini e Stefania Ucciero. E’ sempre bello vedere il Matese in tv!Ringraziamo chi fa un lavoro silenzioso: GuideSlow , Sisto Buccie Kappabianca Studio, Igor Cappabianca per i video prodotti e usati dalla Rai.

Assoguide Parco Regionale del Matese Matese Discovery Matese Adventures

Per la puntata completa ecco il link:https://www.raiplay.it/…/Paesi-che-vai-Luoghi-detti…

Facebook

Caricando il post, l'utente accetta l'informativa sulla privacy di Facebook.
Scopri di più

Carica il post

Il lago Matese: un tesoro della Campania!

Il lago del Matese è il lago di natura carsica più alto d’Italia, situato ai piedi del monte Miletto (2050 m slm) e del monte Gallinola (1923 m s.l.m.) nel gruppo montuoso del Matese, nei comuni di San Gregorio Matese e Castello del Matese in provincia di Caserta. Non ha immissari, ma si riempie con acque provenienti dallo scioglimento delle nevi del monte Miletto e della Gallinola Matese e da alcune sorgenti perenni.

Vi lasciamo al meraviglioso articolo di Valerio Ferrazza su Matese Nostrum ( www.matesenostrum.com)

Fonte: https://www.matesenostrum.com/single-post/2016/02/12/il-lago-matese-origini-e-caratteristiche

Il lago Matese: origini e caratteristiche

Il lago Matese, cuore del Parco Regionale, conferisce al Matese un aspetto che lo caratterizza e differenzia notevolmente dagli altri gruppi montuosi dell’Appennino.

Con i suoi 1.007 m sul livello del mare si è guadagnato il titolo di lago carsico più alto d’Italia.

L’origine di questa zona endoreica (cioè una zona in cui i corsi d’acqua superficiali non sfociano direttamente a mare ma in un’area interna o lacustre) è connessa all’attività tettonica del Pliocene sup-Pleistocene (3,6 milioni – 126.000 anni fa) . Questa attività ha generato un’ innalzamento di faglie normali e formazioni di graben (porzioni di crosta terrestre sprofondate). Durante i cambiamenti ambientali del Pleistocene-Olocene (2,58 milioni – 11.700 anni fa) i processi carsici hanno trasformato questa zona nell’attuale area endoreica.

[Modello che descrive la struttura carsica della piana che ospita il lago Matese]

Si ebbe così la formazione della depressione tettonico-carsica (Polje) che ospita il lago. Come già descritto nell’articolo “Il carsismo sul Matese”, il polje è un tipico campo carsico generalmente chiuso e stagionalmente inondato, a fondo piano e orizzontale, di dimensioni non inferiori al chilometro di lunghezza, delimitato con netta rottura di pendenza da versanti molto acclivi (generalmente 30°). Il polje del lago Matese, che occupa un’area 45 Km², è delimitato dai versanti del M. Miletto – La Gallinola a Nord e M. Maio – M. Pranzaturo a Sud.

L’impermeabilità del fondale del lago è dovuta in parte al processo chimico della dissoluzione della roccia calcarea i cui residui insolubili si adagiano sul fondo, in parte alle ceneri tufacee provenienti dal vicino vulcano di Roccamonfina. Altri impermeabilizzanti del fondo sono i sedimenti alluvionali proveniente dal disfacimento compiuto dall’acqua della roccia dei vicini versanti, così come i sedimenti di origine argillosa e organica (resti di piante, alghe ecc.).

Il lago è alimentato da sorgenti situate sulla sponda Nord (non molto visibili poiché coperte da detriti ghiaiosi giacenti su piccole doline fessurate) oltre che da piccoli torrenti stagionali generati dalle precipitazioni e dallo scioglimento delle nevi, attivi dall’autunno alla primavera.

Sempre nei pressi della sponda Nord, in località San Michele si erge Monterone una piccola collinetta cupoliforme, unica rimasta di altre (D.B. Marrocco), che si trasforma in isolotto durante il periodo invernale-primaverile. Questo isolotto viene rimpicciolito marginalmente, dalla corrosione chimica della roccia calcarea a causa delle frequenti inondazioni. Questa struttura carsica prende il nome di Hum.

[La collinetta di Monterone: questo tipo di struttura carsica prende il nome di Hum.]

Data la natura carsica di questo lago, sulle sue sponde Sud sono presenti inghiottitoi, cementati negli anni ’20 del secolo scorso per fini idroelettrici: Scennerato (il più grande), Brecce, Caporale e Bufalara.

Esiste una connessione tra l’inghiottitoio dello Scennerato e il torrente Torano che è stata confermata da analisi idrogeologiche prima e durante il lavori del 1920 (Ruggero 1926) e da test con uso di traccianti (Civita 1969).

[Modello di sezione idrogeologica che schematizza la struttura carsica al di sotto del Lago Matese. In legenda: 1) Brecce e detriti di versante, depositi piroclastici, alluvionali e lacustri, 2) sequenze di flysh e argille complesse, 3) falda acquifera carsica con zona satura (a), zona insatura (b), canali e pozzi (c), 4) faglia, 5) punto di elevazione. (Fiorillo F. et Alii., 2015)]

Attualmente, il livello del lago raggiunge i 1.012 m s.l.m. e un volume di 15.000.000 m³ di acqua. Prima di queste opere idrauliche, la connessione tra lago Matese e le sorgenti di Grassano-Telese è stata discussa da Gauthier (1910), che ha descritto come un’eventuale diga nel lago Matese potesse influenzare il regime anche di queste sorgenti.

Il lago riceve, del resto, alimentazione anche dalle precipitazioni che si attestano mediamente sui 1.808 mm l’anno. La temperatura media annua è di 9,3° C (Fiorillo et alii, 2015), mentre la temperatura delle acque si mantiene sui 20°C – 22°C nel periodo estivo. Nella conca del lago la temperatura può scendere d’inverno fino a 20°C sotto zero (D.B. Marrocco), temperatura quanto meno raggiunta nel secolo scorso.

[Nell’immagine: distribuzione delle precipitazioni per il massiccio del Matese. Le aree endoreiche sono delimitate dalla linea gialla (Fiorillo F. et al., 2015).]

Approfondimenti

Celico F., Petrella E., (2008). – Evoluzione delle conoscenze idrogeologiche del settore

nord occidentale del massiccio carbonatico del Matese – nota preliminare.

Ferranti L. (1995) – Tettonica del Matese centro-orientale e comparazione con i settori

interni dell’Appennino campano. Tesi di dottorato in Geologia del Sedimentario –

Università degli studi di Napoli “Federico II”, 270 pp.

Fiorillo F., Pagnozzi M., 2015 – Recharge processes of Matese karst massif (southern Italy).

Marrocco. D. B., – Piedimonte Matese- Matese.

Marsella D. – Difesa del Lago e delle sorgenti di Matese, Annuario ’77 dell’ A.S.M.V.

Selmo L. – Note idrogeologiche sul Lago Matese.

Finalmente si riparte: Domenica 16 Maggio escursione sul Fiume Volturno

Domenica 16 Maggio saremo sul fiume per una pagaiata nelle acque del fiume più lungo del sud Italia.

Per prenotare: whatsapp 331 9459556

Prezzo Escursione 25€ a persona (comprensiva di polizza infortuni)
Il percorso prevede 4 km di navigazione (andata e ritorno con passaggi a piedi in acqua).

PERCORSO NON ADATTO AI BAMBINI

Consigliamo scarpe con grip robusto oppure da trek, maglie in acrilico, poliestere o nylon (il cotton trattiene l’acqua) e pantaloni lunghi.

Per i partecipanti possibilità di pranzo convenzionato presso Vernelle Country Resort (solo su prenotazione) oppure accedere all’area PicNic della struttura (solo su prenotazione).
Nel rispetto delle direttive federali e dei DCPM, ecco le linee guida che sono obbligatorie per tutti i partecipanti:

  1. I posti a disposizione sono limitati
  2. Tra un posto è l’altro all’interno della canoa canadese ci sono più di 1,50 mt.
  3. Le pagaie saranno sanificate con soluzioni assolutamente compatibili con l’ambiente
  4. Obbligo di indossare la mascherina (che sarà possibile abbassarla all’imbarco visto che per il distanziamento sociale ci sono più di 2 mt)
  5. L’imbarco sarà effettuato con una distanza tra una canoa e l’altra
  6. Obbligo di non assembrarsi prima dell’imbarco e al termine dell’attività
  7. E’ obbligatorio consegnare sul luogo dell’imbarco “l’autodichiarazione covid-19” (chi sarà inviata su whatsapp)
  8. Obbligatorio indossare pantaloni lunghi, scarpe (no infradito/ciabatte) e ricambio completo (anche di intimo)
  9. Obbligatorio comunicare eventuali problemi di salute (soggetti cardiopatici, allergici etc etc)

Le attività potrebbero essere sospese o annullate per motivi di sicurezza oppure per le condizioni climatiche non favorevoli all’attività.

Casco e aiuto al galleggiamento saranno forniti da Matese Discovery.
www.matesediscovery.it
info@matesediscovery.it
https://www.facebook.com/matesediscovery
https://www.instagram.com/discoverymatese/